HADY LAMARR, LA DIVA DI HOLLYWOOD CHE HA INVENTATO IL WIFI

Il suo vero nome è Hedwig Kiesler ma interpreterà i suoi film con quello di Hedy Lamarr; dalla vita travagliata e piena di avventure questa donna non dev’essere ricordata solo per la sua carriera da attrice di Hollywood ma anche per le sue grandi invenzioni. Nella sua vita infatti ha sempre lottato per coniugare l’opinione di donna bella e affascinante che la gente aveva di lei, al concetto che dietro l’aspetto fisico c’è sempre qualcosa di più.

Chiamarla audace è quasi riduttivo: Hady Lamarr è stata la protagonista del primo nudo integrale della storia del cinema

Hady Lamarr nasce nel 1914 nella capitale austriaca Dobling; suo padre è un direttore di banca e sua madre una pianista. Fin da piccola Hady si rivela una bambina dalle grandi doti: eccelle nelle materie scientifiche ma decide di rinunciare agli studi di ingegneria per dedicarsi alla recitazione.
Il talento di Hady viene scoperto dal celebre drammaturgo tedesco Max Reinhardt che, folgorato dalla bellezza della donna, la inserisce nel mondo del cinema.
Nel 1932 Gustav Machaty sceglie Hady come protagonista dello scandaloso film “Estasi”; la pellicola verrà censurata poiché mostrerà al pubblico il primo nudo integrale della storia del cinema, quello di Hady Lamarr.

L’ascesa ad Hollywood di Hady, una donna così bella da non aver bisogno di aprire bocca

A soli diciotto anni, nel 1933, Hady sposa il ricco imprenditore e mercante d’armi Friedrich Mandl, un uomo geloso e possessivo: compra tutte le pellicole di Estasi per impedirne la diffusione e fa di tutto per ostacolare la carriera della moglie. Hady decide quindi di scappare a Parigi e, poco dopo, ottiene il divorzio dall’uomo oppressivo.  Si sposta a Londra e incontra Louis B. Mayer, uno dei fondatori della famosa casa produttrice Metro-Goldwyn-Mayer.
E infine a Los Angeles in cui Hady interpreta decine di film di grande successo al fianco di Clark Gable e Spencer Tracy. La sua carriera sarà molto fiorente ed Hedy sarà considerata come una delle donne più belle del mondo.

Le invenzioni di Hady, una donna tutt’altro che stupida

Hady realizza le sue due prime piccole invenzioni nel periodo precedente alla seconda guerra mondiale; si tratta di un tipo di semaforo in cui viene migliorata l’alternanza delle luci e una pastiglia che, se sciolta nell’acqua, la rende gassata.
L’invenzione che l’ha resa davvero celebre riguarda però il sistema da lei ideato per ostacolare le interferenze inviate dai nemici tedeschi per deviare i siluri americani; l’ingegnosa donna brevetta un sistema in grado di modificare la trasmissione delle frequenze per rendere i siluri irrintracciabili dai tedeschi.
Hady realizza dunque, insieme al compositore di Hollywood George Antheil, un’apparecchiatura crittografica chiamata Secret Communication System; si tratta di un sistema di rulli che producono una variazione a intervalli di 88 frequenze, così come il numero dei tasti del pianoforte. Il continuo campo di frequenza rende impossibile intercettare le comunicazioni tra chi trasmette il segnale e lo riceve impedendo quindi che terzi conoscano la traiettoria del missile. Hady non lo sapeva ma aveva realizzato una tecnica di trasmissione che ancora oggi viene usata nella telefonia mobile per la trasmissione dei dati Bluetooth e nelle reti wireless.
Il progetto è stato presentato nel 1942 al National Inventors Council che però non sembra prendere troppo sul serio l’invenzione dell’attrice e del compositore di Hollywood; soltanto vent’anni dopo il Secret Communication System inizierà ad essere utilizzato.

hady lamarr la donna che inventò il wifi

I riconoscimenti ottenuti da Hedy e la fine della sua vita travagliata

Il 1965 è l’anno del sesto divorzio di Hedy. A partire da questo momento la donna è travolta da depressione, problemi economici e cause legali che, la maggior parte delle volte, perde. Negli anni novanta viene cancellato il segreto militare sul brevetto di Hedy che nel 1997 riceve l’Electronic Frontier Foundation Pioneer Award, un prestigioso premio per il contributo che la donna ha apportato nel campo delle telecomunicazioni e dell’informatica.

“Era ora”
fu il suo famoso commento.

Il 19 gennaio 2000 Hedy fu stroncata da un infarto, ma tutt’oggi la ricordiamo per averci insegnato ad andare oltre e più in profondità delle apparenze.

Ps: Grazie per il Wifi.